L’ASMR, la pratica fetish che dagli Stati Uniti sta facendo impazzire anche l’italia.

E’ un fenomeno diffusissimo oltreoceano e sta rapidamente conquistando l’interesse anche degli appassionati di fetish nostrani; parliamo della pratica sessuale dell’ASMR, una forma di ‘orgasmo psicologico’ – detto anche braingasm or hands-free orgasm – che sulla scia di numerosi video e canali dedicati su Youtube ha stuzzicato le fantasie di numerosi fetish-lovers.

Cos’è l’ASMR? L’acronimo sta per Autonomous Sensory Meridian Response, ovvero “Risposta Autonoma del Meridiano Sensoriale”. In altre parole, si tratta di una tecnica di rilassamento che provoca una piacevole sensazione di relax e un brivido lungo la spina dorsale semplicemente ascoltando dei suoni attutiti; possono essere sussurri, bisbigli o anche solo rumori come il fruscio di una penna che scrive, o di mani che accarezzano un qualunque genere di superficie.

Si tratta di un orgasmo non tanto ‘fisico’ quanto puramente e prettamente ‘psicologico’, tant’è vero che negli Stati Uniti ci sono diverse correnti di pensiero su chi vorrebbe considerare l’ASMR come una pratica sessuale stuzzicante e chi, invece, lo considera una forma di concentrazione, a metà strada fra lo yoga, l’autoipnosi e il retaggio ancestrale delle ninne-nanne.

I numeri dell’ASMR.

L’ASMR come fenomeno ‘virale’ ben codificato ha una sua data di nascita precisa; per l’esattezza il 25 Febbraio 2010, quando il termine fu coniato per la prima volta su un gruppo Facebook dedicato, dal nome appunto di Autonomous Sensory Meridian Response Group. Sulla pagina, numerose persone dichiararono di provare questa sensazione di profondo benessere psicofisico, simile per molti versi a una sensazione orgasmica, ascoltando dei sussurri o dei suoni lievi.

Da allora la pratica dell’ASMR è letteralmente esplosa su Internet, suscitando l’interesse non solo dei fetish-lovers, ma anche di studiosi, scienziati e ricercatori su questa particolare reazione del cervello agli stimoli più diversi, che si tratti di conversazioni sussurrate oppure di suoni a stento percepibili (e in questo senso sono stati fatti dei paragoni con il fenomeno dei toni binaurali, spesso applicati ai video ASMR per un maggior coinvolgimento emotivo).

Già nel 2012 la popolarità dell’ASMR era cresciuta al punto che di questo ‘fenomeno’ hanno discusso numerose trasmissioni televisive, giornali (anche online) e addirittura convegni di neuroscienza; ancora oggi infatti gli studiosi non sono certi di quali siano le cause scatenanti dell’ASMR su alcuni individui, anche se sono state ipotizzate le teorie più diverse a proposito. Alcuni lo vorrebbero un retaggio della pratica del grooming, l’accudimento reciproco nei confronti di altri esemplari della stessa specie – o di specie affini – che è comune anche ai primati e a numerosi altri animali; altri hanno stabilito che esistono dei forti nessi fra l’ASMR e la sfera sessuale del cervello. Tuttavia, come si diceva, esiste una corrente di pensiero opposta che non riscontra nessun tipo di connotazioni sessuali nell’ASMR e attribuisce, alla sensazione di benessere e i leggeri fremiti che si provano ascoltando voci sussurrate, un effetto più puramente calmante, anziché una vera e propria eccitazione sessuale.

A ogni modo, ciò che balza subito all’occhio sono le cifre davvero astronomiche raggiunte dal fenomeno ASMR; dal 2010, i video caricati su Youtube sono oltre due milioni, mentre la pagina Facebook da cui la ‘moda’ ha avuto inizio ha superato gli oltre undicimila followers. E anche digitando ASMR sui social, o sui principali motori di ricerca, la quantità dei risultati è letteralmente triplicata negli ultimi sette anni. Da noi in Italia il fenomeno, sull’onda lunga degli Stati Uniti, sta prendendo campo solo di recente. Ma siamo sicuri che l’ASMR non ci metterà molto a farvi impazzire.

L’ASMR come pratica erotica fetish.

Passando all’aspetto più propriamente erotico dell’ASMR, non soprende come su Youtube siano moltissimi i video e i canali dedicati. Generalmente l’ASMR si presenta sotto forma di video statici (o molto spesso con immagini provocanti che attivino la ricettività del cervello), mentre a volte le youtubers (e anche i youtubers maschi, anche se più raramente) si riprendono nell’atto di sussurrare dolcemente per i loro ascoltatori.

L’ASMR è anche molto utilizzato nel campo del roleplay, con veri e propri ‘giochi di ruolo’ (non necessariamente a sfondo erotico, ma spesso sì) in cui vengono simulate situazioni come un controllo medico alle orecchie oppure una relazione amorosa con un fidanzato/a-amante particolarmente in vena di tenerezze. Ma se cerchiamo qualcosa di più piccante, no problem; basterà aggiungere all’acronimo termini come ‘orgasm’ o ‘sex’ per rintracciare facilmente i video più espliciti, dove youtubers da tutto il mondo simulano (talvolta) rapporti sessuali o si servono di vibratori e altri sex-toys per ottenere effetti più stuzzicanti e stimolare gli ascoltatori/osservatori.

Un’altra variante molto diffusa di ASMR è quella del cosiddetto “ASMR moaning“, in cui sono gemiti e lamenti soffusi – ancora una volta a simulazione di un vero e proprio orgasmo carnale – a intrigare le fantasie erotiche dei followers, facendo ampio uso dei toni binaurali. Il consiglio, per gli amanti di questo tipo di fetish, è di indossare auricolari settati al massimo volume, in modo da ottenere un effetto il più possibile ‘immersivo’ e liberare le proprie fantasie erotiche.

Decisamente più ‘soft’ è invece l’approccio di chi pubblica video contrassegnati dalle tag “ASMR kiss“, in cui viene riprodotto il suono di baci più o meno sensuali, che su alcuni ascoltatori avrebbero un effetto particolarmente eccitante.

Un’altra chiave di ricerca per chi è intrigato da questo genere di ASMR è di anteporre all’acronimo la parola “adult“; in questo modo avrete la certezza di filtrare i video in cui vengono riprodotti suoni naturali (come il ticchettio della pioggia, per esempio) prediligendo, invece, i contenuti dalle caratteristiche più esplicitamente sensuali. Per un’esperienza – letteralmente – da brividi.